Partecipa a ComoDailyNews.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Cessna 172: Errore umano o guasto tecnico?

Aperte due inchieste per capire le tristi dinamiche dell'incidente. Lacrime all'Areoclub

Condividi su:

Se possibile è ancora più cupo e triste il giorno dopo la tragedia che ha portato allo schianto di un Cessna 172 contro la parete montana sopra Premana e causando la morte di tre persone tra cui il noto imprenditore comasco Pietro Brenna. L'uomo di soli 33 anni, aveva già accumulato un'esperienza notevole nel campo del volo e tra i frequentatori dell'areoclub era considerata praticamente un veterano a smentire quasi la giovane età.

Ciò che si può fare ora è solamente cercare di capire i motivi di un simile schianto e chiedersi perchè il veivolo, stando alle dichiarazioni di alcuni testimoni, stava volando così basso rispetto alla quota di volo normale.  Al momento le inchieste aperte risultano due, una da parte dell'Agenzia per la sicurezza del volo e l'altra dallaprocura di Lecco. C'è chi pensa all'errore umano, oppure un imprevedibile guasto tecnico. Tra le ipotesi non viene screditata neppure il fatto che l'altezza all'interno della valle chiuse possa aver creato seri problemi di carburazione al motore del Cessna. Tutte ipotesi e tutte credibili, ci vorrà del tempo perchè si arrivi a una risposta certa. Nel frattempo amici, parenti, gente comune continua ad accorrere all'Areoclub a piangere le vittime.

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook