Partecipa a ComoDailyNews.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Esclusiva Cdn: Lido di Villa Geno: "Il turismo non manca ma il maltempo è un dramma, perso l'80% delle presenze"

Condividi su:

La pioggia non vuole proprio abbandonare la Como e la sua provincia. Anche oggi, il cielo si mostra coperto e i rovesci rendono l'atmosfera più vicino ad Ottobre che non a fine luglio. Il morale dei turisti e dei cittadini è basso ma se c'è una categoria che più di tutti soffre la situazione attuale è proprio quella dei gestori dei lidi. Dipendono dal Sole e dal caldo, attendono tutto l'inverno per aspettare le presenze nella bella stagione, ma se capita un anno come questo sono davvero dolori.

Comodailynews ha intervistato questa mattina il titolare del Lido di Villa Geno Danilo Cola e chiesto il punto della situazione: "E' un disastro, da quando abbiamo aperto, il 1 maggio abbiamo lavorato bene una sola domenica. Calcolando che qui la domenica è il giorno per eccellenza dove si registrano i numeri più alti è facilmente capibile la situazione. Credo che la perdita di clienti sia calcolabile nell'80%".

Ma è crisi anche di turismo? "Non credo, i turisti in città ce ne sono, ma con questo tempo un'attività come la nostra, non ha alternative. Se ci fosse il Sole avremmo il pienone ma chi viene al Solarium quando diluvia. Il problema che non vuole cambiare e anche il prossimo fine settimana viene data sulla linea dei precedenti. Adesso avremo un evento pubblico importante, ma rischiamo anche qui di avere meno presenze perchè la parte esterna sarebbe poco utilizzabile".

C'è tempo per recuperare? "Parlo per esperienza, noi siamo aperti sino al 15 settembre, ma gli ultimi quindici giorni devono essere poco calcolati, le scuole sono prossime alla riapertura e la gente viene meno. Un bell'agosto sicuramente sarebbe importanti ma il cliente non viene tutti i giorni e inoltre non si può pensare di recuperare tre mesi di disastro in soli 30 giorni potenzialmente di Sole".

Condividi su:

Seguici su Facebook